Vetrina realizzazioni SICAPWeb

Realizzazioni trovate: 31
  • Anno:
    2017

    Archivio Fotografico su Server del Cliente - Mediateca del Centro Missionario PIME - Milano

    Progetto di Upgrade tecnologico del software SICAPWeb con adeguamento grafico delle pagine di consultazione al pubblico in conformità alla grafica web del sito istituzionale.

    Integrazione con sw BIBLIOWin5.0Web e il meta-motore di ricerca  MeataSEARCH WS



  • Anno:
    2016
    Cliente:
    TerreEvolute

    E' questo il nome scelto per il progetto scientifico realizzato dal Laboratorio di storia orale del Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell’Antichità dell’Università di Padova, sotto la responsabilità scientifica della prof.ssa Elisabetta Novello, con il cofinanziamento dei Consorzi di bonifica Bacchiglione e Adige Euganeo e della Fondazione Cariparo.
    Si tratta di un progetto pilota iniziato dagli archivi storici dei Consorzi di bonifica Bacchiglione e Adige Euganeo.

    La tecnologia di gestione del progetto web e di gestione delle schede informative utilizza il sw SICAPWeb for Archives e SICAPWeb (Schede A, F e schede Intervista e cartografia)
    Il sito risulta appositamente progettato per consentirne l'accesso anche da dispositivi mobili (tablet e smatphone).

  • Anno:
    2017

    Museo della Cattedrale - Capitolo della cattedrale di Ferrara
    Comune di Ferrara

    Realizzato con tecnologia: SICAPWeb

    Per la catalogazione delle opere è stato utilizzato il sw SICAPWeb,secondo le regole dettate dallo standard ICCD.




    La grafica web di consultazione al pubblico risulta personalizzata in coerenza rispetto al sito web istituzionale.
    L'interfaccia di ricerca risulta adattiva rispetto alla consultazione da dispositivi mobili quali smatphone e tablet.




  • Anno:
    2016

    BIBLIOTECA GUARNERIANA - Teca Digitale
    Realizzato con tecnologia: EasyNETcms e SICAPWeb

    La Teca Digitale contiene informazioni e immagini del patrimonio della Civica Biblioteca Guarneriana, una delle più antiche biblioteche pubbliche d’Italia, nata per volere di Guarnerio d’Artegna.






    Il piano di lavoro ha previsto la digitalizzazione integrale di undici codici, selezionati tra i documenti più rappresentativi dell'intero patrimonio della Biblioteca (sia di provenienza guarneriana che fontaniniana), individuati per la straordinarietà del loro valore storico, letterario, per il tipo di scrittura, per la bellezza dell'ornato e delle notazioni presenti.
    Per i manoscritti, la catalogazione con il sw SICAPWeb, ha utilizzato le regole dettate dall’Istituto Centrale per il Catalogo Unico nella Guida al censimento dei manoscritti.

    Offrire la possibilità di “sfogliare” digitalmente online i codici, esprime la volontà consapevole della Guarneriana di elevarsi al rango di altre importanti biblioteche di conservazione, nazionali ed internazionali, che ormai da tempo, mettono a disposizione le riproduzioni virtuali delle loro opere manoscritte più preziose.



  • Anno:
    2015

    Aggiornamento tecnologico per Catalogo su web. (2015)

    Sito web realizzato con SiCAPWeb con tecnologia responsive, appositamente progettato per consentirne l'accesso anche da dispositivi mobili (tablet e smatphone).

    Il catalogo on-line, consente l’accesso alla banca dati informatizzata dell’ingente patrimonio d’interesse storico, artistico e naturalistico conservato nei Musei Civici di Venezia.
    Attualmente conta quasi 60.000 schede, realizzate secondo gli standard dell’Istituto Centrale del Catalogo e Documentazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; è costantemente implementata e aggiornata dal Centro di Catalogazione della Fondazione Musei Civici di Venezia in staff con il personale scientifico dei singoli musei.


  • Anno:
    2015
    Il Labor

    Nel 2002 l'allora Dipartimento di Storia dell’Università degli Studi di Padova ha costituito un Laboratorio di Storia orale fornito di tutte le attrezzature necessarie per realizzare interviste audio-visive e dei software per gestire, valorizzare e conservare le fonti acquisite.
    L’idea del gruppo di ricerca che opera nel Laboratorio di Storia Orale è quella di portare avanti un lavoro di raccolta, utilizzo e archiviazione di fonti orali per uno studio socio-economico del territorio veneto e non solo.
    I progetti seguono linee di ricerca molteplici: storia del lavoro; studio della piccola e media impresa; storia delle rappresentanze sindacali; analisi del mondo contadino e della fase di transizione da una società prettamente rurale ad una società industrializzata; trasformazione del paesaggio e analisi della percezione che di esso ha la comunità; storia sociale e storia culturale; ricostruzione di antichi mestieri ed economie perdute; tematiche legate ai flussi migratori.
    Denominatore comune è la raccolta di una serie di testimonianze sia attraverso la tecnica dell’intervista libera (storia di vita) che attraverso l’intervista guidata da una lista di domande formulate in un determinato ordine.

    Sito web realizzato con EasyNET CMS con tecnologia responsive, appositamente progettato per consentirne l'accesso anche da dispositivi mobili (tablet e smatphone).

    La tecnologia di gestione delle schede informative utilizza il sw SICAPWeb - scheda F e scheda Intervista

  • Anno:
    2014

    Fondo Cartoline della Società Filologica Friulana

    Il fondo cartoline della Società Filologica Friulana è composto da cartoline storiche risalenti ai primi decenni del Novecento.
    Attualmente il fondo, uno dei più ricchi e meglio conservati di tutta la regione, è composto da 1.589 cartoline di 84 località.

    Catalogazione del fondo: Standard ICCD - Scheda F.
    Software utilizzato:  SICAPWeb



  • Anno:
    2014
    Archivio fotografico Ugo Pellis della Società Filologica Friulana.
    Progetto di restyling dell'interfaccia di consultazione web.

    Fondo Pellis

    Il fondo fotografico Pellis della Società Filologica Friulana comprende 7.156 negativi, su lastra e su pellicola.
    Le fotografie sono state relalizzate da Ugo Pellis in tutta Italia e in alcune zone delle odierne Slovenia e Croazia dal 1925 al 1942, per le inchieste dell'Atlante Linguistico Italiano.

    Catalogazione del fondo fotografico: Standard ICCD - Scheda F.
    Software utilizzato:  SICAPWeb



  • Anno:
    2014

    Archivi e Musei del portale culturale INAF

    ARCHIVI
    Gli archivi degli osservatori astronomici conservano le testimonianze scritte dell'attività di alcune tra le più antiche istituzioni scientifiche del nostro Paese. Negli archivi non troviamo libri, ma documenti, per la maggior parte manoscritti, che testimoniamo i rapporti degli astronomi con la comunità scientifica, il potere politico e la società civile del loro tempo.

    Gli archivi costituiscono una fonte di prima mano per la ricerca storica e sono una preziosa, insostituibile eredità culturale.

    MUSEI

    Il patrimonio storico-strumentale dell’INAF, conservato presso gli Osservatori Astronomici di più antica fondazione, comprende oltre un migliaio di pezzi. Si tratta di quadranti, cannocchiali, teodoliti, orologi, globi, strumenti matematici e meteorologici, che spaziano dal XVI secolo alla prima metà del ’900. Le diverse collezioni strumentali si sono costituite presso i singoli Osservatori man mano che gli strumenti acquistati, o costruiti dai valenti meccanici di cui gli Osservatori erano dotati, divenivano obsoleti per la quotidiana attività di ricerca, ed erano perciò accantonati. Alcune di queste collezioni, ora restaurate, sono aperte al pubblico e visitabili negli spazi museali allestiti all’interno del proprio Osservatorio di origine.




<< < | ... | 1 | 2 | 3 | 4 | ... | > >> Pagina 1 di 4
con i nostri softwareper catalogare e pubblicare i tuoi contenuti sul web
Powered by EasyNETcms